CARO WILLIAM….

Caro William,

sentiamo forte la necessità di scriverti in un momento molto difficile come questo in cui la tua mancanza è grande e incolmabile anche se i tuoi insegnamenti sono vivi e sempre vivranno con noi.

 

Noi con te rappresentiamo la famiglia di COLOR YOUR LIFE: vogliamo farti capire che ti sentiamo più vicino che mai, che vogliamo continuare questa sfida che hai lanciato “credere nei giovani”.

 

Tu, Renata, gli esperti e tutti i collaboratori avete messo a nostra disposizione la vostra preziosa esperienza e la passione, elementi che hanno permesso la nostra crescita emotiva, culturale e sociale.

Tantissimi i ragazzi, i professori, i coach, i collaboratori, i genitori che hanno colorato il convento di Sant’Agostino a Loano, ognuno con una storia diversa ma tutti accomunati dalla voglia di lavorare: tanti sognatori che quel convento ha visto crescere.

 

Il COLOR è diventato uno stile di vita e una modalità di approccio al mondo, che caratterizza non solo la vita al COLORCampus ma anche la vita di tutti i giorni. COLOR YOUR LIFE ha cambiato, in positivo, la vita di tutti noi.

 

Essere COLOR non ha una definizione ben precisa, proprio come tutte le cose speciali e uniche. C’è chi pensa che il COLOR sia un sognatore che dipinge la sua vita e quella degli altri rendendola speciale, chi pensa che il COLOR sia una persona che lotta per i propri obiettivi senza mai mollare, chi afferma semplicemente che il semplice fatto di essere e di sentirsi COLOR lo ha aiutato a conoscersi meglio e a esprimere al meglio le proprie capacità. Sfumature diverse che dimostrano come questa esperienza abbia lasciato un segno indelebile negli animi di ogni COLOR.

 

Ognuno di noi ha imparato tanto da te, da Renata, dagli esperti e da chiunque ha messo a nostra disposizione il suo tempo. Abbiamo imparato quanto sia difficile la vita ma come le difficoltà si possono superare lavorando, non arrendendosi, accettando le critiche e sfruttandole per migliorarsi, ma soprattutto credendo in quello che stiamo facendo: il nostro sogno.

 

Per noi COLOR non è mai stato semplice affrontare il COLORCampus: lavoravamo tutto il giorno sui nostri progetti, convinti delle nostre idee che venivano presentate e discusse quotidianamente. Almeno un tuo “No” c’era sempre.  Ma era un “No” di un nonno. Un no che era per spronarci a migliorare, a confrontarci e a cambiare ma soprattutto a difendere le idee in cui credevamo. Era un “No” di un nonno, perché tu non ci ha mai lasciati soli: eri sempre lì, sotto il portico ad aspettarci. E così la voglia di fare aumentava esponenzialmente, convinti delle nostre capacità, prevalendo sullo sconforto e dandoci la forza di riscendere in campo, di rimettersi in gioco ed al lavoro.

 

Sarebbe un po’ superbo dire a noi stessi il COLORCampus ci ha cambiati: ma le parole dei nostri genitori testimoniano il nostro cambiamento.

 

“Quando sono venuta a prendere mia figlia ho subito apprezzato un’espressione del suo viso che valeva più di mille parole. Spero che questo percorso di crescita non si interrompa mai!”

 

“Nostra figlia è ritornata a casa con una marcia in più, molto più decisa, sicura di se stessa e consapevole delle proprie capacità e risorse, aumentando così la propria autostima”.

 

Queste affermazioni confermano che il campus non solo offre a noi giovani una cultura imprenditoriale, ma soprattutto una cultura di vita che ci supporta ogni singolo giorno nel percorso verso il nostro sogno.

 

Un altro grande merito che dobbiamo riconoscerti è quello di aver creduto in noi giovani, in un’Italia che in qualche modo ci “maltratta” negandoci spesso opportunità di crescita. Ma tu non eri solito ascoltare la massa, avevi le tue idee ben precise e tu credevi in noi giovani, credevi che il nostro talento andasse coltivato e indirizzato verso la giusta strada e così ha fatto. Hai sempre dato fiducia ad ogni singolo ragazzo che ti dimostrava di aver voglia di mettersi in gioco e non ti limitavi solo a dargli fiducia ma gli trasmettevi tanti valori che ti hanno reso la grande persona che sei.

 

Umiltà, passione, disciplina, dedizione allo studio e al lavoro erano alcuni dei valori che ti caratterizzavano e che ci hai trasmesso inequivocabilmente attraverso la fondazione.

 

Ora tutta questa umiltà, passione, disciplina e dedizione vive in noi ed è parte di noi per cui, oggi, siamo nelle tue vesti quando dicevi: “Nella vita sono stato fortunato e voglio restituire agli altri quello che la vita ha dato a me.” E oggi siamo noi che diciamo: “Siamo stati fortunati a incontrarti e vogliamo restituire il dono ci hai fatto”.

 

È giusto che tanti altri giovani come noi abbiano la possibilità di scoprire i loro talenti, di capire

che ce la possono fare,

che il lavoro deve essere un modo per essere soddisfatti di loro stessi,

che lavorare con gli altri è sempre costruttivo,

che devono guardare avanti e non fermarsi ma correre verso il dopodomani,

che devono prendere tutto con ottimismo, anche le critiche e le sconfitte,

che anche se inciampano devono cogliere l’ostacolo come una sfida e quindi trovare sempre una strada per continuare a costruire il futuro, passo dopo passo.

 

Tu William, infatti, ci hai insegnato a non rimanere fermi, ma a muoverci sempre. E anche se siamo inciampati, abbiamo perseverato e trovato sempre una strada per continuare a muoverci in avanti, passo dopo passo. Per scoprire l’ignoto, per scrivere il futuro. Per progredire, sfidando i limiti. Abbiamo avuto sempre timore prima di iniziare un nuovo cammino, un nuovo progetto, ma dopo ogni passo ci siamo resi conto di quanto fosse stato pericoloso se fossimo rimasti fermi.

 

Insieme. La grande famiglia di COLOR YOUR LIFE. Inizia un nuovo percorso: noi vogliamo fortemente continuare quello tu avevi iniziato.

Un percorso che porterà ognuno di noi a fare un nuovo passo verso un futuro migliore, per scrivere il futuro di Color Your Life.

 

Avanti insieme, passo dopo passo.

 

 

 

Rappresentanti COLOR-Ragazzi

Zanrosso Martina

Sciarretta Lorenzo

 

Rappresentanti COLOR-Family

Rossi Rosa Paola

Marabelli Elena